Concetta de Pasquale

Notizie Biografiche: Concetta De Pasquale, nasce a Salò (BS) nel 1959, si laurea in lettere specializzandosi in Storia dell'Arte ad Urbino. Successivamente si laurea in pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, dove frequenta gli studi degli scultori Fausto Melotti e Nanni Valentini, suoi maestri nell’uso minimale e rigoroso della materia. Ha insegnato per molti anni al Liceo Artistico e attualmente vive e lavora nel suo studio artistico in Sicilia. Dopo le prime esperienze con materiali diversi, la sua attenzione si ferma sulla carta che diventa supporto privilegiato per una pittura organica essenziale ed intima che indaga il corpo nella sua doppia valenza, fisica e spirituale. La sua è una pittura visionaria che scaturisce dall’esperienza che il proprio corpo compie incontrando direttamente la carta. La pittrice infatti nelle sue grandi carte non si limita a deporvi pittura, ma lascia che questa si faccia sudario ad incarnare segni, impronte e tracce di una esperienza che prima di essere pittorica è mentale e spirituale. Durante il suo percorso artistico, ha spesso privilegiato il rapporto della pittura con le altre arti, realizzando libri d'arte, spettacoli, performance ed installazioni in team con scrittori, architetti, fotografi, registi e musicisti. Per la città di Messina nel 2010 ha progettato e realizzato una scultura monumentale, commissionata dal Comune per la piazza del Teatro V. Emanuele. Da alcuni anni intraprende viaggi in barca a vela come “Pittrice di bordo”, realizzando taccuini di viaggio e tracciando rotte immaginarie su carte nautiche. Dal 1979 ad oggi ha esposto in spazi pubblici e gallerie private in Italia e all’Estero: Stoccolma, Lisbona, Parigi, Nizza, Principato di Monaco, Londra, Strasburgo, Budapest, Bruxelles, Berlino, Indonesia e Dubai. Ha realizzato mostre personali in importanti Musei, come: Palazzo Medici Riccardi a Firenze; Palazzo Duchi di Santo Stefano a Taormina; Palazzo D’Amico e Museo del Castello a Milazzo; Palazzo della Cultura a Catania; Monte di Pietà a Messina; Palazzo Zenobio a Venezia; Maschio Angioino e PAN-Palazzo delle Arti a Napoli; Galleria Civica di Arte Contemporanea Montevergini a Siracusa; Forte Stella a Porto Ercole; Museo Regionale d’Arte Contemporanea Riso e alla Fondazione Federico II dell’A.R.S. Assemblea Regionale Siciliana a Palermo; Museo Civico del Convento del Carmine a Marsala; Museo Tecnico Navale della Marina Militare della Spezia. Ha partecipato a importanti rassegne come: Le avventure della forma presso la Fondazione Terre Medicee di Seravezza, curata da Marco Moretti; La Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea a Firenze curata da John Spike; La partecipazione al Padiglione Italia della 54^ Biennale di Venezia, ad Artisti di Sicilia, ExpoArte e Biennale Milano, curate da Vittorio Sgarbi; la BIAS 2018 e 2020 Biennale Internazionale d’Arte Sacra delle Credenze Religiose e Religioni dell’Umanità, curata da Chiara Donà dalle Rose - Sicilia, Venezia, Egitto, Israele; Le sue opere sono presenti in Musei e in importanti Collezioni pubbliche e private in Italia e all’Estero

Biography:

Concetta De Pasquale was born in Salò (BS) in 1959 and graduated in Literature with specialisation in Art History at the University of Urbino. Consequently, she also graduated in Fine Art Painting at the Academy of Fine Arts of Brera in Milan, where she took classes by sculptors Fausto Melotti and Nanni Valentini, both being her teachers of minimal and rigorous use of materials. She taught at the Art School for many years and is currently living and working at her art studio in Sicily. After her first contact and experience with diverse materials, her attention was drawn to the paper which became the privileged support for an essential and intimate organic painting which examines the body in its double significance, physical and spiritual. Her paintings are the visionary ones, originating from the experience that one's own body accomplishes when it directly meets the paper. In fact, the painter doesn't limit herself to lay down the paint on her grand papers but she lets the paint become a shroud to incarnate signs, prints and traces of both mental and spiritual experience and not only pictorial. During her artistic itinerary, she was often in favour of other arts rather than paintings only and she produced art books, performances, spectacles and installations while collaborating with other writers, architects, photographers, theatre directors and musicians. In 2010 she designed and realised a monumental sculpture in the Teatro V. Emanuele square for the city of Messina, commissioned by its council. For some years now, she has undertaken journeys on sailing boats as an “onboard painter”, making travel journals and sketching imaginary routes on nautical maps. Since 1979, she has had her works exhibited in public places and private galleries in Italy and abroad: Stockholm, Lisbon, Paris, Nice, Monaco, London, Strasbourg, Budapest, Brussels, Berlin, Indonesia and Dubai. She has had her personal exhibitions in important museums, such as Palazzo Medici Riccardi in Florence, Palazzo Duchi di Santo Stefano in Taormina; Palazzo D’Amico and Museo del Castello in Milazzo; Palazzo della Cultura in Catania; Monte di Pietà in Messina; Palazzo Zenobio in Venice; Maschio Angioino and PAN-Palazzo delle Arti in Naples; Galleria Civica di Arte Contemporanea Montevergini in Siracusa; Forte Stella in Porto Ercole; Museo Regionale d’Arte Contemporanea Riso and Fondazione Federico II dell’A.R.S. Assemblea Regionale Siciliana in Palermo; Museo Civico del Convento del Carmine in Marsala; Museo Tecnico Navale della Marina Militare in Spezia. She has participated in important festivals including Le avventure della forma at Fondazione Terre Medicee in Seravezza, curated by Marco Moretti; The Contemporary International Art Biennale in Florence curated by John Spike; participation in the Italian pavilion of 54th Biennale in Venice; Sicilian Artists, ExpoArte and Biennale in Milan, curated by Vittorio Sgarbi; BIAS 2018 and 2020 International Sacred Art Biennale of Religious Beliefs and Religions of Humanity, curated by Chiara Donà dalle Rose – Sicily, Venice, Egypt, Israel. Her artworks can be found in museums and important public and private collections in Italy and abroad.